La relazione genitore-bambino - Dalla psicoanalisi infantile a nuove prospettive evoluzionistiche dell'attaccamento

La relazione genitore-bambino - Dalla psicoanalisi infantile a nuove prospettive evoluzionistiche dell'attaccamento

von: Loredana Cena, Antonio Imbasciati, Franco Baldoni

Springer-Verlag, 2010

ISBN: 9788847017207 , 200 Seiten

Format: PDF

Kopierschutz: Wasserzeichen

Windows PC,Mac OSX Apple iPad, Android Tablet PC's

Preis: 22,99 EUR

  • Wörterbuch der Psychotherapie
    Treating Trichotillomania - Cognitive-Behavioral Therapy for Hairpulling and Related Problems
    Grundriss der Psychotherapieethik - Praxisrelevanz, Behandlungsfehler und Wirksamkeit
    Genders in the Life Course - Demographic Issues
    Kognitive Verhaltenstherapie bei Hypochondrie und Krankheitsangst
    Jähzorn - Psychotherapeutische Antworten auf ein unberechenbares Gefühl
  • Handbook of Psychodiagnostic Testing - Analysis of Personality in the Psychological Report
    Psychological Processes in International Negotiations - Theoretical and Practical Perspectives
    Developing Prosocial Communities Across Cultures
    Identifying, Assessing, and Treating Conduct Disorder at School
    The Bilingual Mind - Thinking, Feeling and Speaking in Two Languages
    Identifying, Assessing, and Treating Autism at School
 

Mehr zum Inhalt

La relazione genitore-bambino - Dalla psicoanalisi infantile a nuove prospettive evoluzionistiche dell'attaccamento


 

In queste ultime decadi è avvenuta un'integrazione tra psicoanalisi infantile, interventi clinico-sperimentali derivati dalle teorie dell'attaccamento e neuroscienze, che ha prodotto una scoperta fondamentale: la maturazione neuropsichica, nel suo aspetto di sviluppo mentale e di strutturazione cerebrale, dipende dal tipo di relazione madre/feto/neonato/bambino e poi madre-padre/bambino. La relazione comporta una comunicazione continuativa, costituita da messaggi non verbali, emessi e recepiti, codificati e decodificati in maniera automatica e inconsapevole. In questo modo, il neonato-bambino impara e struttura la sua funzionalità cerebrale: ciò può avvenire sia in senso positivo sia patogenetico, a seconda del tipo di relazione. Da tale scoperta discende l'importanza di tutte le procedure psicologiche che possano diagnosticare le relazioni a rischio e proporre interventi atti a prevenire future anomalie psichiche e/o a migliorare la maturazione neuropsichica dei bambini.